Centro Studi Storici dei PP. Barnabiti - Testera Index

Barnabiti

Il cremonese S. Antonio M. Zaccaria (1502-1539), discepolo di Fra’ Carioni Battista da Crema († 1534), fu il fondatore principale della Congregazione dei Chierici Regolari di S. Paolo, assieme a Bartolomeo Ferrari (1499-1544) e Giacomo Morigia (1497-1546). Detti Barnabiti (dal nome della loro casa madre di San Barnaba in Milano) o Paolini (il loro patrono principale è S. Paolo), furono approvati ufficialmente da Clemente VII il 18 febbraio 1533 e confermati da Paolo III il 21 luglio 1535. Con felice intuizione lo Zaccaria – canonizzato da Leone III il 27 maggio 1897 –, aveva istituito nel 1530 anche il ramo femminile, le Suore Angeliche di S. Paolo (non obbligate alla clausura), e i Maritati di S. Paolo (oggi, Laici di S. Paolo o Terzo Collegio), chiamati entrambi a condividere nello spirito e nell’azione l’attività di riforma dei costumi svolta dai Padri. La loro spiritualità molto esigente, caratterizzata da un’intensa vita di rinnovamento interiore incentrato nel Crocifisso e nell’Eucaristia e da uno spiccato senso comunitario, sfociò, per es., nell’usanza dei rintocchi delle campane il venerdì alle tre del pomeriggio, in ricordo della morte di Cristo, e nelle Quarantore. Gli stretti contatti alle origini con la Contessa di Guastalla Ludovica Torelli, con la Compagnia dell’Eterna Sapienza di Milano, e con il domenicano fra Battista da Crema, nonché la vita comune e l’apostolato giudicato troppo stretto fra i tre rami della Famiglia zaccariana – soprattutto dopo il bando dalle terre venete del 1551 (vedil’angelica Paola Antonia Negri) –, rese poi inevitabile l’intervento ecclesiastico che, praticamente, soppresse il Terzo Collegio, ridusse in clausura le Angeliche e rifondò i Barnabiti – grazie all’intervento di S. Carlo Borromeo –, con le nuove Costituzioni definitive del 1579. Il carisma paolino spinse successivamente i Barnabiti non solo a porsi a servizio dei vescovi, ma anche a impegnarsi, a partire dal XVII, nell’educazione scolastica della gioventù e nello slancio missionario, per es. in Birmania. Oggi i Barnabiti sono circa 350 e hanno comunità sparse nei quattro Continenti.

Centro Studi Storici dei PP. Barnabiti

Piazza Benedetto Cairoli, 117 - Roma 06 - 68216378/68307070 centrostudi@barnabiti.it

 

 

webmaster: